Quello che ' s piace fino ad oggi quando si dispone di una malattia cronica

Incontri non è mai facile. Non viene fornito con una guida che ti dice quando baciare per la prima volta, o quando è troppo presto per discutere i tuoi ex. E non c ” è sicuramente nessuna guida su come data mentre si vive con una malattia cronica. Se è brocciatura soggetto ad un potenziale partner, aiutare il vostro partner a capire il modo migliore per sostenere voi, o che offre la vostra partner consigli utili per mantenere la loro salute fisica e mentale, mentre il supporto, c’è una varietà di fattori che possono rendere la datazione con una cronica condizione difficile e, a volte, anche spaventoso, ma non è una situazione rara.

Visualizza altro

Secondo il National Health Council, a partire dal 2009, quasi 133 milioni di americani, o poco più del 40% del paese, vivevano con una condizione cronica. Questo numero dovrebbe crescere fino a 157 milioni entro il 2020. Come il numero di condizioni croniche continua ad aumentare, è importante per le persone nelle relazioni in cui uno o entrambi i partner ha una malattia cronica per imparare a navigare questa dimensione aggiunta.

Gemma Boak ha vissuto con la psoriasi da quando aveva cinque anni. Ora è una moglie e madre di tre figli e ha un podcast tra cui interviste su incontri con la sua condizione. Per Boak, crescere con una condizione cronica ha avuto ” sfide speciali.”Ha detto a Teen Vogue che era solita preoccuparsi delle persone che non volevano uscire con lei se sapevano “la verità” sulla sua psoriasi.

“La mia paura più profonda era che nessuno avrebbe voluto avere figli con me perché non solo la mia condizione è visibile, ma ha anche un elemento genetico — quindi perché qualcuno dovrebbe scegliere me?”Ha detto Boak. “Mi sentivo come se fossi merce danneggiata, come gli articoli sullo scaffale sconto al supermercato perché sono imperfetti.”

Boak ha detto che c’era un po ‘ di una curva di apprendimento quando raccontava alle persone le sue condizioni. Aveva spesso ritrovarsi sempre difensiva se i suoi partner hanno chiesto su di esso prima che fosse pronta a discuterne, ma alla fine ha guadagnato la fiducia per discutere la sua condizione in precedenza nel rapporto.

“È facile dimenticare che siamo persone interessanti, belle e accattivanti che hanno una condizione medica”, ha detto. Il suo consiglio per gli altri che cercano di data con una condizione cronica è quello di scrivere tutte le cose che ti fanno meraviglioso e ricordare a te stesso della lista quando si inizia ad oggi.

Per quanto riguarda la sua relazione, ha detto che la comunicazione è stata una parte vitale per mantenere il risentimento.

“Il mio partner mi sostiene ascoltando. Non ha una malattia cronica, quindi non lo capisce. Non capisce la stanchezza cronica, non capisce che cosa prurito senza sosta per 36 giorni si sente come. Gli dico quello che mi serve, e lui fa quello che chiedo di lui,” lei disse. “Sa quando sto svasando che ha bisogno di fare di più e di essere più comprensivo. È anche importante sapere che è sbagliato sentirsi in colpa per aver fatto affidamento sugli altri. Le persone ci amano per quello che siamo e ci aiuteranno nei momenti difficili perché vogliono che ci sentiamo di nuovo bene.”

Lo psicologo clinico con licenza Andrea Bonior, Ph. D., che fa parte della facoltà della Georgetown University e scrive una rubrica settimanale sulla salute mentale e le relazioni per il Washington Post, ritiene che i partner di persone che vivono con una malattia cronica possano sostenere al meglio i loro altri significativi educandosi completamente alla condizione.

“E” particolarmente importante che un partner essere sulle realtà della condizione e prendere l “iniziativa di imparare da soli, e non cadere preda di stereotipi o miti,” ha detto a Teen Vogue. “Questo mostra anche al loro partner che non hanno paura, che rimarranno lì e che sono disposti a camminare veramente con loro. Allo stesso tempo, l ” ascolto è così importante — così il partner non dovrebbe mai agire come sanno di più sulla condizione di loro partner fa. Se leggono qualcosa che contraddice ciò che ha detto il loro partner con la condizione, non dovrebbero comportarsi come l ‘”esperto”, ma devono invece trovare un modo per incorporare quell’opinione diversa in un modo utile e curioso, piuttosto che in un modo “che conosco meglio”.”

Bonior osserva che sapere quando dare spazio al tuo partner, fisicamente o emotivamente, è anche una parte significativa di uscire con qualcuno con una condizione cronica. Questo, lei disse, richiede un “importanza sottolineato sulla comunicazione all” interno del rapporto e una dedizione a fare in modo che la comunicazione non è trascurato.

” Lo è…eas per la comunicazione di cadere nel dimenticatoio, come partner, senza condizione può sentire come non è il ‘momento giusto’ per portare qualcos’altro se il loro partner con la condizione che sta attraversando un particolare momento difficile, o il partner, senza la malattia tendono a sentirsi in colpa per voler parlare di quello che sta succedendo per loro,” Bonior spiegato. “Ma se arrivano al punto di seppellire i propri sentimenti per troppo tempo, faranno solo danni alla relazione.”

Secondo Bonior, molte delle “regole” comuni per la comunicazione rapporto di successo può essere utilizzato in relazioni in cui uno o entrambi i partner vive con una malattia cronica.

“Usa affermazioni ‘I’ che trasmettono i tuoi sentimenti piuttosto che accusare l’altra persona di cose specifiche. Non generalizzare eccessivamente o personalizzare eccessivamente i reclami”, ha detto Bonoir. “Ma in questo caso particolare, è anche importante non approvare un senso di colpa per la condizione che viene messa sul partner. Si può incolpare la condizione che entrambi hanno a che fare con come una squadra senza incolpare il vostro partner per avere la condizione, che sembra ovvio, ovviamente, ma a volte che l ” atteggiamento filtra anche se non si intende.”

Detto questo, Bonior ha sottolineato l’importanza di ricordare che una persona è molto più della condizione con cui vive; imparare a “trovare l’equilibrio tra prestare attenzione alla condizione rispetto al solo vivere la vita con il tuo partner e non farli sentire come li definisce” è una parte vitale di avere una relazione sana. “Sono una persona in primo luogo, che capita di avere una malattia, piuttosto che solo una persona afflitta da una malattia.”

Ma la salute mentale e fisica del partner senza la condizione cronica è altrettanto importante e dovrebbe essere un argomento di conversazione tra le coppie in una situazione simile.

“La cura di sé per il partner è particolarmente importante qui, più che nella relazione media, perché l’equilibrio del caregiving può occasionalmente virare nella direzione dell’esaurimento”, ha detto Bonior. Ha raccomandato di fare uso di tecniche tradizionali di auto-cura, tra cui una discreta quantità di sonno, esercizio fisico, socializzazione, e anche prendere tempo per perseguire i propri hobby, tra molte altre strategie.

“In particolare per questi partner che a volte sono in un ruolo di caregiving, può essere cruciale sviluppare un’oasi per se stessi — anche se sono solo 10 minuti al giorno di meditazione, risate, yoga o una passeggiata”, ha detto Bonior. “Il tempo dovrebbe essere loro e solo loro, e il motivo per cui la meditazione e mindfulness tecniche, in particolare, possono essere così utile è che la terra, nel momento presente, renderà più consapevoli di come il vostro corpo può essere l’elaborazione di stress, e anche aiutare a sentirsi meno giudicante di eventuali sentimenti negativi che si possono avere e invece di ottenere su un percorso di auto-compassione, che a sua volta ricorda il valore di prendersi cura di se stessi.”

Mentre non esiste un manuale su come navigare nel mondo degli appuntamenti mentre si vive con una condizione cronica, invisibile o in altro modo, ci sono molti modi per assicurarsi che la persona che stai vedendo sia consapevole della tua condizione e sappia come supportarti. A sua volta, assicurati di controllare con il tuo partner, perché la cura di sé e la comunicazione sono particolarmente vitali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.