News

11
Apr

Vaughn Alexander il 7 Marzo, un tempo promettente Vaughn Alexander è stato rilasciato da Boonville Correctional Center, dopo aver scontato 11 anni a 18 anni di reclusione per, tra le altre cose, di primo grado rapina.

Da allora il fratello maggiore dell’ex campione del mondo di due pesi Devon Alexander si è acclimatato alla sua nuova vita civile.

“Mi sono preparato tutti gli 11 anni quindi è stata una transizione graduale da me in prigione per tutto quel tempo a qui”, ha detto Alexander RingTV.com lunedi ‘ scorso. “Non mi sono mai permesso mentalmente di essere in prigione, ho sempre saputo che sarei tornato qui.

“Sono rimasto concentrato, non permettendomi di non prendere più tempo, non permettendomi di essere coinvolto nel periodo della vita carceraria. Ho avuto dei litigi, non sto dicendo che tutta la mia prigione sia stata pulita. Ho dovuto fare delle cose per essere sicuro di tornare a casa. Tuttavia, da me facendo che ha permesso le cose a lavorare a mio favore.”

L’ormai trentenne era 5-0 (4 knockout) al momento della sua incarcerazione nel 2005. Fu promosso da Don King e gli furono offerte diverse opportunità di combattere su grandi carte.

Ha fatto il suo debutto nell’undercard della prima difesa del suo titolo unificato dei pesi welter contro Zab Judah a Las Vegas. È apparso anche sul undercard di Roy Jones-AntonioTarver II, Spinks-Miguel Angel Gonzalez e Felix Trinidad-Ricardo Mayorga al Madison Square Garden.

Ha pienamente intenzione di box di nuovo e dice che sarà la campagna come un peso medio.

Sta già lavorando presso la palestra privata di boxe St. Charles con suo fratello e manager/allenatore di lunga data Kevin Cunningham.

“Ero a 175 sterline (mentre ero in prigione), ora sono a 160”, ha detto. “Il peso non è un problema, il potere non è un problema, la mia forza non è un problema – sto solo lavorando. Sto lavorando sulle cose su cui ho bisogno di lavorare per quello che verrà. Tutto il resto è storia, sono solo io che mi concentro su tutto ciò che devo fare in questa palestra per mostrarmi quando sono su quel ring.

“I miei piani sono di prendere il sopravvento, essere campione del mondo, consolidarmi come non uno dei migliori, ma il migliore nella divisione dei pesi medi. Questo è il mio obiettivo e lo otterrò.”

Rimane presto, ma Alexander è chiaramente chomping al bit per tornare. Non sa se starà con Al Haymon, come suo fratello.

“Non posso parlare su questo in questo momento, ma vedremo”, ha detto. “Non vedo l’ora che ÔǪ sto cercando che presto. Sto aspettando che mi diano l’OK. Sono già in palestra, sono già in super forma, entro un paio di mesi (combatterò).

” Ho sempre avuto fame da quando ho iniziato la boxe. La mia etica del lavoro, combattere in palestra non è mai stato un problema. La mia fame non ha eguali, non riesco nemmeno a descrivere quanto sono affamato. L’unica cosa che devo fare è mostrare quanto sono affamato su quel ring e lo farò. Vedranno quanto ho fame.”
Egli sostiene che è maturato e non tornerà alla vita di strada.

“No, sto bene, ho un figlio di 11 anni-che è nato mentre ero in prigione-di cui occuparmi, ho una madre e sorelle e fratelli a cui pensare”, ha detto. “Le strade sono la cosa più lontana dalla mia mente, le strade non mi pagheranno, le strade non faranno altro che rimandarmi in prigione o finire morto.

“Il mio obiettivo è quello di solidificare me stesso in questo mondo della boxe di nuovo e tornare in cima e arrivare dove ho bisogno di arrivare. L’unico livello a cui voglio arrivare è il livello di Floyd (Mayweather), non è nessun altro livello. E ‘ il livello a cui sto cercando di arrivare.”

Egli intende rivendicare se stesso e rendere la sua famiglia e la città natale di St. Louis orgoglioso di lui.

“Certo, mia mamma, mi ha cresciuto per essere il migliore che potessi essere”, ha detto. “Mi redimerò. Non c’e ‘pressione su di me perche’ sono mentalmente capace e spiritualmente capace.

” Sono solo pronto per andare al lavoro, sono pronto a mostrare ciò che ho desiderato e mostrerò che sono il migliore, non uno dei migliori. Questa è la differenza ÔǪ persone farsi prendere in essere uno dei migliori — Voglio essere il migliore, periodo.”

Spera di trasmettere alcune delle sue esperienze e saggezza ad Adrien Broner, che è stato recentemente coinvolto nei suoi problemi legali, anche se non voleva essere troppo duro con il suo amico.

“Lo conosco da molto tempo, dai dilettanti, lo guardo come un fratellino”, ha spiegato. “Le persone fanno le cose all’impulso del momento e le persone ti condannano dal fare quelle cose. Sono sicuro che capira ‘ il quadro generale. Alla fine, se non lo fa ora, vedrà il quadro più ampio che si tratta di preparare se stesso e la sua famiglia per quando andrà in pensione. Imparerà nel suo tempo e lo capirà, farà clic su di lui ciò che è più importante ÔǪ e ciò che è importante è la sua famiglia.”

Cunningham conosce Alexander da quando aveva 8 anni ed è desideroso di dare al suo combattente una seconda possibilità.

“Ha commesso un errore quando aveva 18 anni, ha pagato il suo debito con la società e penso che tutti meritino una seconda possibilità”, ha detto un appassionato Cunningham. “Ha conservato il suo corpo molto bene, sta guardando molto forte e penso che farà un po’ di rumore nella divisione dei pesi medi.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.