MN sindacato degli insegnanti annuncia le approvazioni solo DFL candidati

Scritto da Catrin Wigfall
in Sindacati
su July07, 2020

talmente semplice Mantenere aggiornati all’Istruzione Minnesota storia politica di quasi esclusivamente, con rare eccezioni, a sostegno di un partito politico e le sue affiliate, il sindacato degli insegnanti ha annunciato di recente che le approvazioni 81 candidati per l’elezione—in esecuzione sotto il DFL partito.

Istruzione Minnesota non è timido circa il suo coinvolgimento politico. Ma l’unione degli insegnanti dello stato rappresenta oltre 80.000 voci, e non tutte abbracciano la stessa ideologia politica del Minnesota dell’educazione.

E anche se le loro opinioni politiche si appoggiano a sinistra, ci sono diverse gare in cui più candidati DFL corrono l’uno contro l’altro nelle prossime primarie. Il che significa che gli insegnanti sono costretti a sostenere il candidato che il sindacato favorisce, minando le proprie preferenze politiche.

Che dire dei membri del sindacato che sostengono un candidato o un partito politico diverso? O nessuna festa?

Mentre solo l’istruzione PAC del Minnesota può contribuire direttamente ai candidati politici e ai partiti politici, ci sono molti altri modi in cui l’unione spende quote su attività politiche “morbide” come le unità get-out-the-vote, i bollettini elettorali, le campagne di marketing pubblico e le attività di lobbying presso la legislatura. Secondo il suo più recente deposito federale, Education Minnesota ha speso oltre million 2.6 milioni di quote sindacali degli insegnanti su “attività politiche e lobbying”, che è una spesa politica separata dalle spese PAC dell’unione (che hanno totalizzato oltre million 5 milioni in 2018). Le quote sindacali vengono anche spese per organizzazioni politiche di sinistra e generosi stipendi sindacali. Il quarantaquattro percento dei dirigenti / dipendenti del sindacato (con una manciata di dipendenti part-time presi in considerazione) guadagna più di $100.000, con un avvocato sindacale che riceve un aumento di stipendio dallo stipendio dell’anno precedente di oltre $22.000.

Ma gli insegnanti non devono più finanziare l’agenda politica dei sindacati o pagare alti stipendi e benefici degli amministratori sindacali. Il 2018 Janus v. La decisione AFSCME ha liberato tutti i dipendenti pubblici, inclusi gli insegnanti, dall’essere costretti a sostenere finanziariamente un sindacato governativo per mantenere il loro lavoro. E migliaia di insegnanti hanno esercitato quella scelta appena ripristinata, causando una diminuzione delle quote e delle entrate delle commissioni di agenzia.

Per informazioni pratiche sui sindacati, su come spendono i soldi delle quote e sulle alternative sindacali, visitare EducatedTeachersMN.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.