L’India è la capitale del diabete del mondo!

'L'India ha 61,3 milioni di persone oltre 20 anni con diabete' (Thinkstock photos/Getty Images)

La capitale mondiale del diabete con ben 50 milioni di persone affette da diabete di tipo 2, l’India ha una sfida da affrontare. Tuttavia, gli esperti medici ritengono che la rilevazione tempestiva e la corretta gestione possano fare molto per aiutare i pazienti a condurre una vita normale. Il diabete potrebbe essere uno dei più parlato di malattie in tutto il mondo e soprattutto in India, ma la consapevolezza circa lo stesso può ben essere stimato dal fatto che l’India oggi ha più persone con diabete di tipo 2 (più di 50 milioni) rispetto a qualsiasi altra nazione.
Con il paese che ha il più alto numero di pazienti diabetici nel mondo, la malattia dello zucchero sta ponendo un enorme problema di salute al nostro paese oggi. Spesso conosciuta come la capitale mondiale del diabete, l’India ha assistito a un allarmante aumento dell’incidenza del diabete secondo l’International Journal of Diabetes in Developing Countries. Secondo una scheda informativa dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) sul diabete, si stima che 3,4 milioni di morti siano causati da alti livelli di zucchero nel sangue.
L’OMS stima inoltre che l ‘ 80% dei decessi per diabete si verifichi nei paesi a basso e medio reddito e prevede che tali decessi raddoppieranno tra il 2016 e il 2030. È stato inoltre stimato che l’onere globale del diabete di tipo 2 dovrebbe aumentare a 438 milioni entro il 2030 da 285 milioni di persone (registrato nel 2010). Allo stesso modo, per l’India si stima che questo aumento sia del 58%, passando da 51 milioni di persone nel 2010 a 87 milioni nel 2030. Ma dibattiti, discussioni e deliberazioni a parte, la cosa fondamentale è sapere che cosa è esattamente il diabete.
Per dirla semplicemente, è una condizione medica causata da insufficiente produzione e secrezione di insulina dal pancreas in caso di diabete di tipo I e risposta difettosa del diabete di tipo 2 di insulina. In normali circostanze corporee, i livelli di glucosio nel sangue sono strettamente controllati dall’insulina, un ormone prodotto dal pancreas. L’insulina abbassa il livello di glucosio nel sangue. Quando la glicemia aumenta (ad esempio, dopo aver mangiato cibo), l’insulina viene rilasciata dal pancreas per normalizzare il livello di glucosio. Nei pazienti con diabete, l’assenza o la produzione insufficiente di insulina provoca iperglicemia.
Il diabete è una condizione medica cronica, cioè può essere frenato al livello iniziale introducendo cambiamenti nello stile di vita e controllato dopo la sua incidenza attraverso farmaci nelle fasi iniziali e somministrazione di insulina esterna in fasi avanzate. Ma non sarebbe sbagliato dire che non può essere curata completamente e dura una vita.
Il diabete mellito è una delle principali malattie del mondo. Attualmente colpisce circa 143 milioni di persone in tutto il mondo e il numero è in rapida crescita. In India, circa il 5 per cento della popolazione soffre di diabete. Gli esperti di salute medica affermano che i controlli regolari e la rilevazione tempestiva svolgono un ruolo vitale nel controllo e nella gestione del problema. Ironia della sorte, a causa della resistenza del paziente e della sensazione di incredulità che “posso avere anche il diabete”, la maggior parte dei pazienti tende a rinviare il rilevamento e il trattamento che spesso porta a complicazioni.
I professionisti ritengono che l’aderenza del paziente ai farmaci e alle modifiche dello stile di vita svolgano un ruolo importante nella gestione del diabete e questo può aiutarli a condurre una vita normale. La prevalenza non monitorata del diabete comporta anche un aumento del rischio di complicanze vascolari come disturbi cardiovascolari, renali, neurali e visivi correlati alla durata della malattia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.