I fluidi antighiaccio stradali possono contenere sostanze chimiche malsane

Durante questo apparentemente infinito inverno gli equipaggi stradali sono stati in una continua battaglia per mantenere sicure strade e autostrade. La loro arma principale: acqua salata. Aderisce alla pavimentazione meglio di rimbalzare salgemma e mantiene il ghiaccio dalla formazione su di esso. Ma su alcune strade questa soluzione salata può contenere altre sostanze potenzialmente nocive.
La maggior parte dei servizi di trasporto statale mescola questa salamoia da sola, usando sia sale semplice che acqua o salamoia naturale estratta da depositi sotterranei. Ma negli stati con gas naturale convenzionale e pozzi di perforazione del petrolio, diffondendo le acque reflue bene sulle strade può essere un modo di riduzione dei costi per de-ghiaccio. Questo fluido è chiamato salamoia prodotta. Poiché circola tra rocce profonde e contatta varie forme di petrolio, la salamoia può contenere radio, piombo o altre sostanze che possono essere dannose a determinati livelli di esposizione. Le normative statali sulla salamoia prodotta per scopi di sbrinamento variano notevolmente e alcuni esperti chiedono test più rigorosi per gli effetti ambientali e sulla salute a lungo termine.
I pozzi di perforazione convenzionali estraggono gas e petrolio verticalmente dal terreno, a differenza della fratturazione idraulica o del fracking, che utilizza la perforazione verticale e orizzontale per iniettare fluido che forza petrolio e gas sulla superficie. L’acqua, naturalmente salata da antichi mari sepolti in profondità sotto il Nord America, esce con il gas e il petrolio in entrambi i processi. Quasi tutta la salamoia prodotta utilizzata per lo sbrinamento negli Stati Uniti proviene da pozzi convenzionali di petrolio e gas o da depositi naturali. L’acqua di fracking è usata raramente perché semplicemente non è molto salata-i milioni di galloni iniettati diluiscono il sale, rendendolo poco pratico come de-icer. I dipartimenti di trasporto di nove stati freddi che sono stati contattati perché tutti hanno depositi di olio di scisto e la maggior parte ha operazioni di fracking (Colorado, Connecticut, Indiana, Michigan, New Jersey, New York, North Dakota, Ohio e Pennsylvania) hanno dichiarato di non utilizzare la salamoia di produzione di fracking per lo sbrinamento. (Nonostante questo uso raro, un certo numero di comuni, tra cui Westchester County, New York, hanno vietato la diffusione delle acque reflue di fracking sulle strade.)
A 2014 U. S. Geological Survey Study analyzed roadside sediment where produced brine from conventional wells had been spread as a de-icer and found elevated levels of radio, stronzio, calcio and sodium. Il radio è radioattivo e può quindi essere cancerogeno. Ad alte concentrazioni, il sodio può essere malsano per gli esseri umani e gli animali. Nelle piante alti livelli di sodio interrompono l’assunzione di nutrienti, portando alla morte. L’autore principale dello studio, la ricerca idrologa Katherine Skalak, afferma che il contenuto chimico della salamoia prodotta varia da bene a bene. Quando scorre fuori dal pozzo, questi fluidi possono anche contenere agenti cancerogeni, idrocarburi e solventi, dice Marilyn Howarth, un medico presso il Centro di eccellenza dell’Università della Pennsylvania in tossicologia ambientale. Ma non c’è modo di sapere cosa c’è nel lotto di ciascun pozzo senza testare ognuno prima di spargere la salamoia prodotta sulle strade. “Se la pratica continuerà”, dice Skalak, ” dobbiamo essere là fuori a raccogliere quei campioni per assicurarci che non ci siano problemi ambientali consequences…so che in 10 anni non ci stiamo rendendo conto di aver creato un problema.”
La domanda è quanto spesso testare e cosa esaminare. Nello Stato di New York, per esempio, prima di approvare una domanda di autorizzazione per strada diffondendo il suo Dipartimento di Conservazione ambientale (DEC) analizza un campione rappresentativo salamoia per cloruro, solidi totali disciolti, pH, calcio, sodio, magnesio, ferro, bario, piombo, solfati, olio e grasso contenuto; verifica inoltre la presenza di composti organici volatili tra cui benzene, etilbenzene, toluene e xilene. Gli utenti più grandi della salamoia del volume possono anche dovere riferire annualmente il contenuto chimico. Ma in generale, una volta approvata l’applicazione, il DEC non rianalizza ogni carico di salamoia prodotto. Un funzionario dell’agenzia, che ha rifiutato di essere nominato, afferma che il processo esistente “eviterà qualsiasi impatto ambientale sulle acque sotterranee o sulle zone umide e sui corpi idrici superficiali adiacenti alle strade.”
L’Ohio, al contrario, non richiede prove di gas e petrolio per ogni applicazione prima che la salamoia grezza venga utilizzata come sbrinatore. La legge statale limita dove, quando e quanto la salamoia prodotta può essere diffusa sulle strade, ma lascia alle autorità locali l’approvazione delle singole domande. Le università statali hanno condotto alcuni studi di ricerca sugli impatti ambientali della pratica, ma gli studi più recenti citati dal Dipartimento delle Risorse Naturali dell’Ohio nel suo documento guida (pdf) sono stati fatti negli anni 1980 e 1990. Un altro modo per prevenire possibili problemi è quello di filtrare alcune sostanze chimiche dalla salamoia prodotta prima che venga utilizzata. Nature’s Own Source, LLC, con sede in Ohio, ha sviluppato un prodotto chiamato AquaSalina che proviene da depositi di salamoia naturali e prodotto salamoia da pozzi convenzionali; Prima che il prodotto sia considerato pronto per la strada viene filtrato per rimuovere sostanze pericolose, come piombo e idrocarburi. Proprietario David Mansbery dice prima di andare sul mercato nel 2004 la società aveva i suoi prodotti ampiamente testati da laboratori esterni per gli effetti ambientali per ottenere i permessi necessari da parte delle autorità dell’Ohio.
L’azienda utilizza la salamoia solo quando il contenuto chimico raggiunge livelli di acqua potabile sicuri, Mansbery dice. Permettono che alcune sostanze chimiche rimangano ad una concentrazione più elevata: cloruro di magnesio, cloruro di calcio, cloruro di bromo e cloruro di sodio—tutti i sali. AquaSalina, come la maggior parte delle sue controparti di acqua prodotta, è naturalmente ad alto contenuto di cloruro di magnesio, che lo rende più efficace a temperature fino a -26 gradi Celsius (il salgemma è efficace solo a -6,5 gradi C).
L’aspetto difficile della regolazione della salamoia prodotta, dice Howarth, è che non ci sono specifiche federali per gli standard che dovrebbero soddisfare prima che si diffonda sulle strade. “È un processo basato sullo stato, e questo è ciò che mi preoccupa perché alcuni stati hanno assunto la posizione che non regoleranno l’industria”, osserva. “Se non regolamentato, allora potremmo mettere prodotti petroliferi, gasolio, solventi, noti agenti cancerogeni sulle nostre strade e aumentare il rischio di cancro e effetti sulla salute davvero gravi per le persone.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.