Esposizione materna al DDT legata all’aumento del rischio di autismo

Uno studio pubblicato sull’American Journal of Psychiatry giovedì ha rilevato che le madri esposte al DDT pesticida vietato avevano quasi un terzo più probabilità di avere bambini che hanno sviluppato l’autismo, ha riferito Environmental Health News.

Lo studio, condotto dalla Columbia University Mailman School of Public Health, con la partecipazione di ricercatori dell’Università di Turku e l’Istituto Nazionale della Salute e del Benessere in Finlandia, è stato il primo ad utilizzare i biomarcatori di materna esposizione a pesticidi per collegare esposizione a pesticidi ad aumentato rischio di autismo, secondo i materiali forniti a ScienceDaily dalla Columbia University.

“Questo aggiunge un altro pezzo al puzzle in termini di possibili fattori di rischio per l’autismo”, ha detto l’autore principale e professore del Centro medico della Columbia University Dr. Alan Brown ad ABC News. “Anche se non possiamo dimostrare che è una causa, stiamo lavorando per imparare di più su come tali rischi ambientali possano alterare lo sviluppo del cervello e forse aumentare il rischio di autismo.”

L’autismo è un disturbo che influisce sulla capacità di comunicazione ed è associato a movimenti e comportamenti ripetitivi. L’incidenza negli Stati Uniti è aumentata da uno su 150 bambini nel 2000 a circa uno su 59 oggi, secondo Environment Health News.

Nello studio di giovedì, i ricercatori hanno esaminato 778 casi di autismo in Finlandia tra il 1987 e il 2005 e hanno abbinato le madri in questi casi a un gruppo di controllo i cui bambini non hanno sviluppato l’autismo. Hanno poi analizzato campioni di sangue materno per DDE, un metabolita del DDT, e policlorobifenili (PCB), un altro inquinante pericoloso, secondo ScienceDaily.

Hanno scoperto che le madri con alti livelli di DDE nel sangue avevano il 32% in più di probabilità di avere un bambino con autismo e più di due volte più probabilità di avere un bambino con autismo e una disabilità intellettiva, ha riferito ABC News. Non hanno trovato alcun effetto legato ad alti livelli di PCB nel sangue delle madri.

Il DDT è stato ampiamente vietato più di 30 anni fa, ma ci vuole così tanto tempo per abbattere che le persone possono ancora essere esposte ad esso.

“Pensiamo a queste sostanze chimiche al passato, relegate a un’era ormai lontana di pericolose tossine del 20 ° secolo”, ha detto Brown, secondo ScienceDaily. “Sfortunatamente, sono ancora presenti nell’ambiente e sono nel nostro sangue e nei nostri tessuti. Nelle donne in gravidanza, vengono trasmessi al feto in via di sviluppo.”

La professoressa Kristen Lyall del Drexel Autism Institute della Drexel University, che non è stata coinvolta nello studio, ha dichiarato a Environmental Health News che le persone sono più spesso esposte al DDT mangiando cibo contaminato, in particolare pesce.

Gli Stati Uniti Food and Drug Administration (FDA) ha detto ABC News erano a conoscenza dei risultati.

“Siamo a conoscenza dello studio e considereremo attentamente i suoi risultati”, hanno scritto in una dichiarazione. “La Federal Drug Administration ha livelli di azione per il DDT e questo pesticida è incluso nel nostro programma di monitoraggio. Il rapporto più recente riassume i risultati del programma di monitoraggio dei pesticidi della FDA e mostra che i livelli di residui chimici di pesticidi misurati dalla FDA nell’approvvigionamento alimentare degli Stati Uniti sono generalmente conformi alle tolleranze dei pesticidi della US Environmental Protection Agency.”

I ricercatori non sanno ancora perché l’esposizione al DDT causerebbe l’autismo, ma hanno due ipotesi, ha riferito Environmental Health News.

In primo luogo, l’esposizione al DDT è legata alla nascita prematura e ai bambini più piccoli, entrambi fattori di rischio per l’autismo.

In secondo luogo, l’esposizione al DDT influisce sulla capacità degli androgeni, organi sessuali maschili, di legarsi ai recettori. Questo è un passo importante nel neurosviluppo, secondo ScienceDaily.

Tuttavia, lo studio deve essere ripetuto per essere confermato e non dimostra che l’esposizione al DDT causa l’autismo.

Uno studio 2017 di Lyall che valuta anche l’impatto dell’esposizione al DDT e al PCB sul rischio di autismo ha trovato risultati opposti: l’esposizione al PCB ha aumentato il rischio e l’esposizione al DDT no, ha riferito Environmental Health News.

Lo studio di Lyall era basato in California e attingeva da una popolazione più piccola.

“Ci parla dell’importanza dello studio di diverse popolazioni, e poi di quello che potrebbe essere diverso su questa popolazione per dirci ancora di più sull’autismo”, ha detto Brown Environmental Health News.

Dagli articoli del tuo sito
  • Crisi di malattie causate dall’ambiente? Danno da pesticidi al DNA … “
Articoli correlati In tutto il Web
  • La storia DDT | Pesticide Action Network “
  • Sorprendente collegamento tra l’esposizione della madre incinta al DDT e … ›

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.