E se la Terra fosse tagliata a metà?

La Terra è sotto attacco! E invece di cancellarci completamente, i nostri aggressori hanno deciso di tagliare semplicemente il nostro pianeta a metà. È questo un atto di misericordia, o l’equivalente planetario di una morte lenta e dolorosa?

Una volta iniziato il taglio, gli effetti devastanti si farebbero sentire in tutto il mondo. Quali parti del globo sarebbero le più sicure?

Per quanto tempo la vita sulla Terra sarebbe in grado di sopravvivere? E cosa permetterebbe al nostro pianeta di rigenerarsi naturalmente?

Strappare la Terra a metà potrebbe non significare la morte istantanea per tutti sul pianeta. Invece, alcune persone potrebbero essere in grado di sopravvivere per un breve periodo se si trovassero nel posto giusto al momento giusto.

Ma mentre il pianeta si sbriciola rapidamente intorno a loro e i nostri sistemi sociali cadono, non passerà molto tempo prima che l’isteria di massa si stabilisca. Quanto ci vorra ‘ prima che gli umani rimasti inizino a rivoltarsi l’uno contro l’altro?

Potrebbe iniziare come una luce brillante nel cielo, qualcosa che potresti rapidamente scrollarti di dosso. Ma poi, mentre il terreno sotto di te inizia a tremare violentemente, e la luce continua a diventare più luminosa, sapresti che qualcosa è seriamente sbagliato.

Mentre la Terra viene tagliata metodicamente a metà, il suo mantello e il suo nucleo sarebbero esposti al vuoto dello spazio, causando massicci terremoti che si sentirebbero ovunque sul pianeta. A questo punto, il bilancio delle vittime sarebbe già in milioni. Avete visto il tipo di distruzione che un potente terremoto può causare, ora immaginate un gruppo di loro che si svolgono nello stesso momento esatto.

Coloro che sono i più lontani dalla spaccatura avrebbero le migliori possibilità di sopravvivere più a lungo, almeno dai terremoti iniziali. In mezzo a tutto questo caos, le persone si rivolgerebbero ai loro telefoni e ai social media per ottenere risposte, ma non ce ne sarebbero.

Si tenterebbero chiamate e testi frenetici, ma pochissimi, se ce ne sono, ce la farebbero. In questa fase, quasi tutti gli abitanti umani del pianeta — 7,5 miliardi di persone — sarebbero senza elettricità. Le reti elettriche sarebbero fallite mentre le centrali elettriche affondavano nel terreno. Nessun potere, nessun social media.

Con la loro sopravvivenza sulla linea, la gente avrebbe iniziato a guardare fuori solo per se stessi. Nei centri urbani più grandi, essere calpestati sarebbe diventata una seria possibilità, come tutti strapazzate per la copertura da edifici che cadono.

La Terra potrebbe iniziare a dividersi lungo le placche tettoniche su entrambe le metà, con una raffica di materiali naturali e umani che vengono gettati nello spazio. La fetta avrebbe anche tagliato l’atmosfera terrestre, esponendo la superficie del pianeta al vuoto dello spazio, e causando ancora più disastri naturali per chiunque abbia la fortuna di sopravvivere oltre i primi due giorni.

In questa fase, la Terra potrebbe cercare di usare la gravità per aiutare a mettere una benda su se stessa mentre le due metà iniziano a essere tirate l’una verso l’altra. Penseresti che questa riunione sarebbe una buona notizia per tutti i sopravvissuti rimasti, ma le cose peggiorerebbero.

Per un po’, schiveresti gli enormi pezzi di materia che sparerebbero avanti e indietro tra le due metà, e poi alla fine sperimenteresti livelli di calore astronomici mentre la Terra diventa nient’altro che due sfere rotanti di roccia fusa.

Quindi sì, le tue possibilità di sopravvivenza non sembrano grandi. In effetti, l’intera razza umana sarebbe quasi certamente eliminata a questo punto. Le due rocce che chiamavamo Terra avrebbero continuato a circondarsi per centinaia di migliaia di anni finché non si sarebbero finalmente scontrate per formare una nuova Terra molto più piccola.

Nel corso degli anni si sarebbe raffreddata, la vita microscopica sarebbe apparsa, e alla fine – come centinaia di milioni di anni dopo – che la vita potrebbe teoricamente evolvere in una nuova versione della specie umana. Annnd, siamo tornati!

Forse un giorno, i nuovi eredi della Terra avrebbero trovato una reliquia della nostra civiltà che avrebbe dato il via alla loro comprensione della storia del pianeta.

Iscriviti a What-If su Youtube o segui lo spettacolo su Facebook Watch.

Fonti
  • “L’Africa si sta spaccando in due – ecco perché”. 2018. conversazione. Accesso 21 maggio 2019.
  • “Linee di faglia: fatti sulle crepe nella Terra”. Becky Oskin, 2018. Scienza dal vivo. Accesso 21 maggio 2019.
  • ” E se la Terra si dividesse a metà?”. 2019. YouTube. Accesso 21 maggio 2019.
  • ” E se la Terra si dividesse a metà?”. 2019. YouTube. Accesso 21 maggio 2019.
  • “Questo laser potrebbe strappare spazio vuoto”. Meriame, Berboucha, 2019. forbes.com. Accesso 21 maggio 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.